Grazie alla nostra rete di collaboratori, da oltre 20 anni aiutiamo le aziende a connettersi con i loro clienti. 

Chi siamo
Leadership
Notizie
Dati principali

Il nostro orgoglio è il nostro personale, che aiuta le aziende a entrare in risonanza con i propri clienti per oltre 20 anni.

Life Science
Settore bancario e finanziario
Distribuzione
Gaming
Settore automobilistico
CPG
Tecnologia
Produzione industriale
Servizi per il settore legale
Viaggi e turismo

SELEZIONARE LA LINGUA:

Dieci città di grande interesse per i gamer internazionali

Dove sono i gamer nel mondo?

Il settore gaming ha fatto molta strada dagli inizi, quando era un semplice hobby di nicchia. Negli ultimi decenni è diventato un settore da 135 miliardi di dollari, con allenatori professionisti e competizioni su vasta scala.

Considerata la popolarità internazionale del gaming, è perfettamente normale connettersi a un server di Steam e trovare persone che parlano cinese, portoghese, russo o qualsiasi altra lingua. Il settore gaming ha raggiunto una portata internazionale, con titoli che attirano team competitivi di tutto il mondo.

Ma dove giocano i gamer? Ecco dieci città di grande interesse per i gamer internazionali.

1. Seul, Corea del Sud


Sebbene i videogiochi siano popolari in tutto il mondo, l'influenza sociale del gaming ha raggiunto livelli senza precedenti in Corea del Sud.

Questa città, che ha iniziato a mostrare la sua ossessione per i videogiochi con l'entusiasmo per i centri LAN e i MMORPG (Massively Multiplayer Online Role-Playing Game), è ora la capitale mondiale per gli eventi di eSport. La Korea e-Sports Association ha un rappresentante nel Comitato Olimpico Nazionale della Corea del Sud e persino un canale televisivo dedicato.

I sudcoreani gravitano intorno ai videogiochi competitivi più famosi nel mondo. Tra i titoli, League of Legends, StarCraft e Overwatch. I giovani gamer si riuniscono nei cosiddetti "PC bang": centri LAN equipaggiati con PC da gioco ad alte prestazioni e i videogiochi online più popolari. Grazie alla straordinaria velocità di Internet in Corea del Sud anche coloro che amano stare in casa e non risiedono nei centri urbani hanno a disposizione il meglio dei videogiochi online.

2. Tokyo, Giappone


Gli sviluppatori di videogiochi giapponesi sono stati determinanti per la crescita del settore gaming. Gli studi giapponesi come Nintendo, Sega e Capcom sono famosi in tutto il mondo. Oggi nella maggior parte delle città giapponesi ci sono hub per la cultura otaku. Le dimensioni, la densità e l'atmosfera unica di Tokyo ne fanno una destinazione da non perdere per gli appassionati di gaming.

Siete alla ricerca dell'ultima novità per Switch o PS4? I rivenditori di articoli elettronici come Bic Camera, Yodobashi Camera e Sofmap hanno punti vendita in tutta la città. Addirittura i 7-Eleven vendono schede prepagate per l'acquisto di videogiochi per Switch e 3DS. Siete a caccia di un titolo raro del passato? Fate un giro ad Akihabara, la capitale di Tokyo per tutto ciò che è correlato alla cultura geek, nonché una meta obbligatoria per gli appassionati di gioco.

Volete sentire scorrere l'adrenalina con simulatori per Mech Pilot o una sfida a Dance Dance Revolution? Recatevi in una sala giochi come Taito Station, Round One o una delle sale più piccole presenti in tutta la città. Per gli appassionati di Pokémon a Tokyo ci sono quattro Pokémon Center nei 23 ward e altri due poco fuori città.

3. Hangzhou, Cina


Tra tutti gli altri Paesi presenti nella lista, la Cina ha il maggior numero di città che meritano di essere prese in considerazione. Shanghai ospiterà presto il torneo internazionale 2019 di Dota 2 di Valve. Chengdu accoglie sviluppatori, editori e distributori di videogiochi internazionali in occasione della conferenza GMGC annuale.

La città cinese principale per il settore gaming è tuttavia Hangzhou. Basta pensare alla nuovissima e stravagante "eSports Town" da 280 milioni di dollari costruita dalla città. Qui si trova anche la principale comunità di gaming competitivo della regione.

Hangzhou ospiterà inoltre i Giochi asiatici del 2022. Invece di costruire un'imponente complesso dedicato al gaming, la città ha in progetto di creare, entro il 2022, 14 nuove strutture di eSport. Tra queste, un'accademia di eSport e un parco a tema.

4. Malmö, Svezia


Malmö, nel sud della Svezia, è un hub IT per il Paese e vanta un'imponente infrastruttura di gaming. Studi di videogiochi locali, come Massive e Mojang (di Minecraft Fame) sono un'attrattiva per i talenti del settore. La vicina Università di Malmö prepara la nuova generazione di pionieri per i videogiochi del futuro. Grazie alla sua importanza nel settore gaming, Malmö ospiterà il torneo Dreamhack Counter-Strike: Go Masters a ottobre 2019.

Malmö è inoltre sede dell'annuale conferenza Nordic Game, in occasione della quale persone del settore e stelle dell'eSport tengono conferenze e promuovono questa fetta di mercato.

5. Bucarest, Romania


Capitale e centro commerciale della Romania, Bucarest vanta una fiorente comunità di gaming. Grazie anche alla straordinaria velocità di Internet a banda larga, i rumeni apprezzano particolarmente i videogiochi online competitivi, come i MMORPG (Massively Multiplayer Online Role-Playing Game) e i MOBA (Multiplayer Online Battle Arena).

La passione per il settore gaming viene celebrata in occasione della Bucharest Gaming Week. Questa celebrazione annuale dell'aspetto competitivo del gioco vede in scena titoli come FIFA, Counter-Strike, League of Legends, Battlefield e Fortnite. Durante la Bucharest Gaming Week del 2018 si sono tenute le prime qualificazioni aperte per ESL Counter-Strike: Global Offensive.

Per quanto riguarda lo sviluppo, l'editore Ubisoft ha una presenza importante in Romania. Ubisoft usa le sue risorse in questo Paese per creare videogiochi con budget elevato per franchise come Assassin's Creed, Far Cry e Just Dance.

6. Singapore, Repubblica di Singapore


Anche Singapore ha un ruolo importante per il gaming. Dagli studi emerge infatti che i gamer di Singapore settimanalmente dedicano al gioco più tempo rispetto alle loro controparti in Giappone e Corea del Sud. A differenza di quanto avviene in Cina, il tempo di gioco è suddiviso tra console, PC e smartphone. Singapore è uno degli stati più multiculturali al mondo e i suoi gamer chattano in diverse lingue tra cui inglese, cinese mandarino e tamil.

Per la gioia dei gamer, a Singapore si svolge l'evento annuale GameStart che dura due giorni. In occasione di GameStart vengono presentati nuovi videogiochi, eventi di eSport, competizioni cosplay e moto altro. Nel 2019 la città-stato ha avuto l'onore di ospitare Gamescom, un importante evento del settore che si tiene ogni anno dal 2009.

Infine, a Singapore si trovano gli uffici di società giapponesi del settore gaming come Tecmo Koei e Namco Bandai. Per questi motivi, Singapore attira l'interesse non solo dei gamer più incalliti, ma anche degli sviluppatori di videogiochi.

7. Vancouver, Canada


Secondo la Vancouver Economic Commission solo a Vancouver ci sono oltre 170 studi di sviluppo di videogiochi. Tra questi, quelli che producono videogiochi AAA come EA, Nintendo, Microsoft e importanti sviluppatori di app per dispositivi mobili.

A breve presso The Gaming Stadium a Richmond, poco fuori dalla città, si terrà un circuito estivo di 12 settimane. Tra le competizioni di eSport spiccano League of Legends, Overwatch, Fortnite e Counter-Strike: Go.
Il clima piacevole e l'attiva scena locale hanno contribuito a fare di Vancouver una delle città più apprezzate dai gamer in America del Nord.

8. Budapest, Ungheria


Dopo aver ospitato il V4 Future Sports Festival, l'Ungheria ha rafforzato la sua reputazione di città centrale per il panorama del gaming. Titoli di eSport come League of Legends e Counter-Strike: Go dominano la scena ungherese, attirando sia i gamer di talento che le grandi folle.

Dagli studi è emerso che nel 2017 3,7 milioni di persone hanno giocato ai videogiochi in Ungheria, ovvero il 58% della popolazione del Paese tra i 18 e i 65 anni. La maggior parte del tempo di gioco si registra sui cellulari, con Solitario e Candy Crush Saga che conquistano la maggior parte degli utenti.

9. Londra, Inghilterra


Londra ha da tempo un ruolo importante nel panorama dello sviluppo di videogiochi, con nomi conosciuti come EA, Rockstar, Ubisoft e Square Enix presenti in città. La città ospita inoltre l'annuale London Games Festival, un evento di due giorni che riunisce sviluppatori, investitori e gamer.

Un'importante presenza nella scena dell'eSport a Londra è quella di Red Bull, che ospita tornei, sessioni di allenamento e workshop presso il proprio studio pubblico Gaming Sphere. Un posto di rilievo è occupato dai videogiochi di combattimento e calcio.

I collezionisti di videogiochi ameranno il London Gaming Market, che ogni quattro mesi richiama appassionati di titoli del passato e venditori nel cuore di Londra.

10. San Paolo, Brasile


L'America Latina è uno dei mercati di videogiochi in più rapida espansione al mondo, con una crescita su base annua del 13,5% nel 2018. Una delle città principali per lo sviluppo e l'uso dei videogiochi nella regione è San Paolo, in Brasile.

Il Brasile è il tredicesimo più grande mercato di videogiochi del mondo, con 75,7 milioni di giocatori che hanno speso circa 1,5 miliardi di dollari nel 2018. Dal 2012, San Paolo ospita il BIG Festival (Brazilian Independent Games Festival). Con il mercato dei videogiochi destinato a crescere, San Paolo continuerà ad avere un ruolo importante per il gaming.

Bonus: Mosca, Russia


A concludere l'elenco delle dieci principali città per il settore gaming c'è la capitale della Russia, Mosca.

Nonostante, o forse proprio per, la dilagante pirateria online, la Russia è diventata uno dei più vasti mercati al mondo nel settore gaming. Nell'ultimo decennio i videogiochi sono diventati talmente popolari che il governo russo ha deciso di creare una federazione di eSport e di organizzare una conferenza annuale sull'eSport a Mosca.

Dota 2 è il videogioco competitivo di gran lunga più popolare in Russia. Anche Counter-Strike: Go e Clash Royale hanno acquisito una discreta popolarità, entrando così a far parte del Campionato russo di eSport del 2019.

Sul fronte dello sviluppo, anche Mosca ha un vivace panorama di startup. Molte aziende emergenti si stanno approcciando ai mercati dei videogiochi per dispositivi mobili, di realtà virtuale o MMORPG. Anche se per i talenti locali ci vorrà senza dubbio tempo per raggiungere i livelli degli studi AAA internazionali, Mosca è da tenere sicuramente d'occhio nell'immediato futuro.

Concetti chiave

Attualmente le città asiatiche hanno un ruolo molto importante nel settore dei videogiochi, con quattro nomi nella lista. Mentre il Giappone e la Corea del Sud hanno un'importanza nel settore gaming ben consolidata nel tempo, le città cinesi come Hangzhou stanno rapidamente emergendo come centri per eventi di eSport competitivi.

Nell'elenco sono presenti anche molte città europee. I punti di forza in Europa sono un'infrastruttura online ottimamente sviluppata e un nutrito calendario di conferenze e competizioni.

È importante notare che il settore gaming sta acquisendo una popolarità sempre maggiore in tutto il mondo. Sono lontani i tempi in cui le aziende creavano videogiochi popolari solo in uno o due mercati. Per questo, per le aziende del settore è sempre più importante tradurre e localizzare proattivamente i videogiochi per la distribuzione internazionale.

Se volete approfondire il panorama della localizzazione di videogiochi, contattateci oggi stesso. Abbiamo oltre vent'anni di esperienza e faremo conoscere i vostri videogiochi a un pubblico internazionale.

linkedin sharing button
  • #blog_posts
  • #gaming

Lionbridge
AUTHOR
Lionbridge