Dai leader del settore, 3 consigli di buon senso per i processi di SEO internazionale

I processi di SEO internazionale possono essere ottimizzati.

Ultimo aggiornamento: Ottobre 16, 2019 12:34AM

Pubblicato il  da 

I processi di SEO, in qualunque lingua, si basano sempre su una strategia “push-and-pull”. Quando si ottimizzano contenuti web, è importante ottenere un buon compromesso tra quantità e qualità. Si cerca sempre di attirare il maggior numero di visitatori possibile verso il proprio sito, ma è necessario anche assicurarsi che si tratti dei visitatori giusti, quelli, cioè, che troveranno risposte e ispirazione nei contenuti pubblicati. I motori di ricerca premiano l’alto numero di visitatori, a patto che si fermino a esplorare il sito per un certo periodo di tempo.

Tutto ciò complica la gestione dei siti, anche quando è coinvolta una sola lingua. In che modo è possibile assicurare processi di SEO di alta qualità, quando si lavora su un sito internazionale multilingue?

I processi di SEO internazionale possono davvero essere ottimizzati. Per iniziare, è bene prestare attenzione ai seguenti consigli di buon senso. 

1. Parlare come le persone del luogo

I contenuti pubblicati devono essere significativi per i pubblici target; solo in questo modo ne supportano il coinvolgimento. Ciò è vero anche per i contenuti multilingue. È molto importante, quindi, comunicare utilizzando le lingue di tutti i propri clienti, ovunque si trovino.

Ciò significa che è necessario collaborare con scrittori madrelingua in grado di comprendere ogni sfumatura linguistica e culturale associata agli specifici linguaggi. Un sito web in una sola lingua non è quindi un’opzione valida a lungo termine. Per catturare l’attenzione e coinvolgere diversi pubblici, occorre parlare diverse lingue. Tenete a mente che capacità e preferenze non sempre coincidono: il vostro pubblico potrebbe capire l’inglese ma preferire comunicare nella sua lingua.

“In generale, quanto più spendono, tanto più i clienti si aspettano di leggere contenuti nella loro lingua”, scrive Emily Mace in questo articolo per Search Engine Watch. Mace prosegue specificando che: “Nei mercati internazionali, inoltre, è molto più probabile che gli utenti effettuino ricerche nella propria lingua, piuttosto che inglese. Per questo motivo, anche se i clienti non hanno difficoltà a compiere acquisti utilizzando la lingua inglese, è possibile che non trovino il vostro sito, se cercano prodotti e servizi nella loro lingua”.

Si tratta di un fattore importante, se si considera il numero elevato di clienti multilingue che possono essere coinvolti dai contenuti che pubblicate, se riescono a trovare il vostro sito. Ciò significa che è necessario effettuare localizzare al meglio le parole chiave. Un’altra conseguenza è che è necessario prendere in considerazione la lingua parlata che i clienti utilizzano per effettuare ricerche vocali (in inglese). Con la ricerca vocale, mezzo sempre più diffuso, è possibile utilizzare parole chiave più lunghe; gli utenti immettono domande complete, non più semplici “keywords” isolate. Diviene quindi importante riuscire a personalizzare i contenuti per il proprio target e anticiparne le domande di ricerca.

2. Conoscere il proprio pubblico

Per ottimizzare pagine web multilingue, è necessario assicurarsi di capire a fondo il proprio pubblico. Occorre conoscerne necessità e voce, ma anche essere consapevoli delle problematiche logistiche specifiche dell’area geografica.

Siete sicuri, ad esempio, di scrivere contenuti utilizzando la lingua o il dialetto corretto per il vostro target? Se vi trovate in Svizzera, ad esempio, scrivete in tedesco? Tedesco formale? Francese? Se vi trovate, invece, in Quebec, siete sicuri di utilizzare un francese che non suoni troppo parigino? Queste differenze, all’apparenza marginali, possono decidere il successo dei vostri processi di SEO.

Allo stesso modo, siete sicuri che i contenuti multimediali prescelti siano culturalmente adatti al vostro pubblico target? La localizzazione multimediale è complessa e include i processi di ottimizzazione della struttura dei file multimediali, traduzione per doppiaggio, sottotitoli, produzione di contenuti animati e di immagini. Non si tratta della semplice riproduzione di testi, contenuti video o immagini tradotti per il sito multilingue.

Occorre, inoltre, conoscere il primo target della strategia di SEO, ovvero il motore di ricerca locale che consentirà agli utenti di trovare il vostro sito. Con ogni probabilità, dovrete ottimizzare il vostro sito in funzione degli algoritmi di Google, ma ciò non è sempre vero.

“Sebbene Google sia senza dubbio il motore di ricerca più utilizzato al mondo, in alcuni paesi gli utenti preferiscono di gran lunga altri motori di ricerca locali”, scrive Mokoto Hunt in questo articolo per Search Engine Journal. Hunt cita, ad esempio, la Cina, la Russia, alcuni paesi dell’Europa dell’est e la Corea del Sud, tutti mercati locali che richiedono “maggiore attenzione nell’ottimizzazione dei siti web locali”.

3. Assicurare fondamenta solide alla propria casa

Prima di procedere all’ottimizzazione dei contenuti pubblicati per i pubblici internazionali, è necessario assicurarsi di avere costruito il sito web su solide fondamenta. Sono stati valutati pro e contro delle varie opzioni strutturali del sito? Ad esempio, avete deciso di acquistare domini di primo livello nazionali (ccTLD) per ogni mercato locale target o preferite creare sottodomini e sottodirectory per ogni paese e lingua? Per ogni azienda, occorre individuare le opzioni più adatte in base al budget, alle risorse umane e alla larghezza di banda a disposizione.

Potrebbe sembrare scontato, ma è utile ricordare che il sito deve essere adeguato a ogni area geografica target. Assicuratevi, quindi, che i collegamenti siano funzionanti, che le pagine vengano caricate velocemente e che possiate contare su un team in grado di gestire le domande nella lingua locale e in tempo reale.

Come scrive Charles Travers in questo post per FineTune: “La vostra società di hosting è in grado di gestire il doppio del traffico attualmente registrato dal vostro sito web? Suggerimento: non lo è. Avete bisogno di tecnologie per il web in grado di supportare non solo il pubblico esistente, ma anche gli utenti provenienti da altri paesi, da molti altri paesi!”

Ottimi processi di SEO internazionale sono alla base di una relazione salda e di associazioni solide tra il marchio e i clienti di tutto il mondo. Per riuscire nelle operazioni di SEO internazionale, è necessario prendere in considerazione diversi fattori. Innanzitutto, è bene tenere a mente i suggerimenti di buon senso: parlare la lingua locale, conoscere il proprio pubblico e costruire fondamenta solide.

Avete bisogno di aiuto per penetrare i mercati globali? Lionbridge è in grado di soddisfare tutte le necessità relative a siti e contenuti multilingue, a partire dalle ricerche di parole chiave e dalla localizzazione dei contenuti multimediali, fino alle attività di SEO internazionale. Per ulteriori informazioni, contattateci.

#SEO