SELEZIONARE LA LINGUA:

A patient consulting with a doctor via telehealth

Come colmare i gap comunicativi durante la distribuzione del vaccino anti COVID-19

La sfida di informare il pubblico mondiale sul vaccino per gli operatori sanitari

Mentre i vaccini anti COVID-19 vengono approvati e distribuiti agli operatori sanitari in diversi paesi, sta per partire la più grande campagna vaccinale nella storia recente. Stati Uniti, Regno Unito e Unione Europea stanno tutti dando la priorità a operatori sanitari, ospiti e dipendenti delle residenze sanitarie assistenziali e agli anziani tra gli altri gruppi più massicciamente interessati dalla pandemia. Il processo diventerà molto più complesso quando i vaccini inizieranno a raggiungere il più ampio pubblico questa primavera.

Governi, aziende del settore privato e organizzazioni no profit affrontano ora un'enorme sfida comunicativa: come informare in modo chiaro ed efficace la popolazione mondiale su accesso, approvazione e sicurezza relativamente al vaccino. Una volta somministrato il vaccino, gli operatori sanitari dovranno restare in contatto con i destinatari per registrare i possibili effetti collaterali e verificare che ricevano la seconda dose in tempo. I professionisti dell'interpretariato telefonico di Lionbridge colmano i gap comunicativi con pazienti dalla conoscenza limitata della propria lingua in oltre 350 lingue diverse.

La telemedicina sarà parte integrante della distribuzione del vaccino

Indipendentemente dalla lingua parlata, i destinatari del vaccino devono comunicare con i propri operatori sanitari per porre domande, tra cui idoneità del vaccino stesso, vaccini approvati e tempi e modalità di vaccinazione degli interessati. I destinatari del vaccino devono anche poter segnalare qualsiasi effetto collaterale riscontrato, che può includere dal più comune affaticamento o emicrania fino a reazioni allergiche estremamente rare.

Dall'inizio della pandemia di COVID-19, la telemedicina è emersa come strumento diffuso per porre in relazione i pazienti e i propri medici senza potenziale esposizione al coronavirus. Anche se tutti i vaccini anti COVID-19 verranno somministrati di persona, la telemedicina si rivelerà preziosa per i pazienti che vorranno porre agli operatori sanitari domande di follow-up o come mezzo per attenuare le preoccupazioni riguardo alla vaccinazione. I tre vaccini Pfizer-BioNTech, Moderna e Oxford/AstraZeneca, già distribuiti in diversi paesi, richiedono due dosi per raggiungere l'immunità completa. Negli Stati Uniti ai destinatari dei vaccini viene consegnato un tesserino in inglese e spagnolo che indica la data di vaccinazione e da chi è stata effettuata. Gli operatori sanitari si stanno già rendendo conto di quanto siano importanti una strategia multilingue per la distribuzione del vaccino anti COVID-19 e la capacità per le persone di ottenere risposte alle proprie domande sul vaccino in tutte le lingue.

A patient consulting with a doctor via telehealth

Creazione di un piano di comunicazione chiaro

Mentre i paesi di tutto il mondo hanno iniziato a distribuire i vaccini, un piano di comunicazione chiaro ed esaustivo si è rivelato parte integrante per supportare la campagna di vaccinazione ed evitare la disinformazione. A dicembre un sondaggio di Kaiser Family Foundation ha riscontrato che l'85% degli intervistati nutriva fiducia nel proprio medico o operatore sanitario riguardo a informazioni attendibili sul vaccino. Informazioni chiare e accessibili da parte di professionisti medici ed enti pubblici, disponibili in diverse lingue, possono convincere le persone ad accettare il vaccino.

Negli Stati Uniti i centri per il controllo delle malattie hanno chiesto agli stati di sviluppare un piano di comunicazione esaustivo per la vaccinazione, che soddisfi le esigenze e risponda alle preoccupazioni di diversi gruppi della popolazione. La lingua è un fattore chiave per raggiungere chiunque debba ricevere il vaccino: circa 51 milioni di americani parlano una lingua diversa dall'inglese a casa propria. Le comunità di colore, che possono includere persone con una conoscenza limitata dell'inglese, sono state colpite in modo sproporzionato dall'emergenza COVID-19. Per questo motivo, la capacità di fornire informazioni sul vaccino a persone di ogni livello culturale e in tutte le lingue è una questione di eguaglianza.

Il contributo di Lionbridge

Lionbridge può dare una mano ai fornitori di servizi dei settori pubblico e privato che vogliono informare, educare e interagire con il pubblico, tra cui gli effettivi interlocutori dell'opinione pubblica. Il nostro servizio di interpretariato telefonico su richiesta, attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, è disponibile per ogni fornitore di servizi che richieda supporto linguistico in tempo reale per favorire conversazioni efficaci e gestite con sensibilità in più di 350 lingue. Il nostro motore di traduzione di testi in tempo reale altamente sicuro e brevettato può anche essere integrato in qualsiasi applicazione basata su SMS, chatbot, WhatsApp o e-mail per favorire la comunicazione testuale in centinaia di lingue, insieme a conversazioni indipendenti dalla lingua con operatori dei servizi di assistenza oltre ogni barriera linguistica.

linkedin sharing button
  • #life_sciences
  • #interpretation
  • #blog_posts

Lionbridge
AUTHOR
Lionbridge