SELEZIONARE LA LINGUA:

La differenza tra didascalie, sottotitoli, voce fuori campo e molto altro

 La guida completa alla terminologia per la traduzione video

La pandemia di coronavirus ha avuto un grandissimo impatto sul nostro modo di lavorare. Moltissime persone ora lavorano da remoto e le aziende sono alla ricerca di modi nuovi e innovativi per connettersi con i clienti e i dipendenti multilingue. Sempre più spesso le aziende internazionali scelgono di usare strumenti multimediali, per comunicare importanti messaggi interni, creare moduli di eLearning o sviluppare campagne di marketing multilingue.

Quando collaborate con un fornitore di servizi di localizzazione specializzato nella produzione e nella traduzione di video, è utile conoscere la terminologia rilevante per spiegare meglio le vostre esigenze. Con questo documento, in cui gli esperti Lionbridge esaminano i concetti più importanti e spiegano le relative sfumature, comprenderete meglio il vocabolario associato al settore della traduzione di contenuti multimediali.  

Qual è la differenza tra sottotitoli codificati e sottotitoli?

I sottotitoli sono traduzioni sullo schermo del dialogo, per accompagnare la traccia audio, mentre i sottotitoli codificati sono trascrizioni complete della traccia audio multimediale, inclusi dialoghi, effetti sonori, musica e così via.

Caratteristiche dei sottotitoli:

La popolarità sempre maggiore di servizi di streaming come Netflix in tutto il mondo ha portato a un aumento della richiesta di sottotitoli a livello internazionale.

Per la creazione di sottotitoli di qualità serve il lavoro di professionisti esperti sia nella traduzione che nell'arte dei sottotitoli, per fare in modo che la presenza del testo sullo schermo abbia un impatto minimo sull'esperienza di visione. 

Caratteristiche delle didascalie:

A differenza dei sottotitoli, le didascalie non comportano la traduzione. Si tratta semplicemente di una trascrizione dell'audio. Poiché sono rivolte a persone sorde o con problemi di udito, le didascalie includono anche effetti sonori e musica, oltre alla designazione di chi sta parlando. Le didascalie, inoltre, vengono in genere programmate dopo il  rilascio del contenuto in un canale di visualizzazione.

Qual è la differenza tra sottotitoli codificati e sottotitoli aperti? 

I sottotitoli aperti sono programmati nel video e non possono essere disattivati, mentre i sottotitoli codificati sono una trascrizione sullo schermo facoltativa che lo spettatore può attivare o disattivare. 

Secondo l'American with Disabilities Act, i sottotitoli codificati sono obbligatori per tutti i contenuti multimediali pubblici, inclusi notiziari dal vivo, spot televisivi e molto altro.

Qual è la differenza tra trascrizione e creazione di didascalie?

Una trascrizione è un documento che cataloga tutto il contenuto uditivo di un elemento multimediale. Le didascalie, invece, sono una notazione sullo schermo della traccia audio multimediale visualizzata in tempo reale con il contenuto multimediale. 

Qual è la differenza tra voce fuori campo e doppiaggio?

La differenza principale tra doppiaggio e voce fuori campo è che il primo è una produzione creativa più complessa. La voce fuori campo è in genere una voce che narra una traduzione diretta dello script e si sovrappone all'audio esistente. Il doppiaggio, invece, sostituisce l'audio, comporta la gestione di audizioni di diversi doppiatori e spesso richiede una corrispondenza tra l'audio registrato e ciò che appare sullo schermo (ad esempio nel caso del playback).

Caratteristiche della voce fuori campo:

Voce fuori campo è un termine generale che indica qualsiasi audio registrato per narrare i contenuti multimediali. Tuttavia, specialmente nel mondo della localizzazione, implica una singola voce di un attore che recita una traduzione. Questo tipo di voce fuori campo, a differenza del doppiaggio, dà la priorità alla precisione della traduzione del contenuto di origine e sotto la registrazione si può sentire l'audio originale.

Caratteristiche del doppiaggio:

Il doppiaggio è un processo più creativo e complesso. Dal punto di vista della registrazione, per produrre un doppiaggio di qualità di un contenuto multimediale, l'azienda che si occupa della localizzazione multimediale deve trovare doppiatori appropriati con cui sostituire gli attori del cast sullo schermo. In termini di traduzione, il doppiaggio richiede molto più di una semplice traduzione diretta. I doppiatori professionisti spesso devono adattare le traduzioni in modo da allinearle ai movimenti fisici degli attori sullo schermo.

Qual è la differenza tra doppiaggio e playback?

Il playback, o sincronizzazione delle labbra, è spesso un elemento del processo di doppiaggio, ma non è un requisito. Al fine di sincronizzare il doppiaggio registrato con le labbra degli attori sullo schermo, i professionisti del playback devono prima tradurre lo script tenendo conto dei segnali visivi. I professionisti di talento che si occupano di playback possono far dimenticare allo spettatore che un contenuto multimediale è doppiato. Sono in grado di osservare i movimenti della bocca degli attori sullo schermo e quindi scegliere una traduzione che produca suoni e movimenti della bocca simili.  

Ora che conoscete i termini usati nel settore della localizzazione di contenuti multimediali, sfruttate la tecnologia multimediale per connettervi in modo significativo con il vostro target.   

Potrebbe interessarvi anche l'articolo Come le aziende internazionali sfruttano le traduzioni di contenuti video: Quali sono i cinque tipi di video per cui ricorrere a servizi linguistici esterni?

Contattateci

Siete interessati a servizi di produzione video end-to-end? Contattate un agente di vendita Lionbridge

  • #blog_posts
  • #global_marketing

Janette Mandell
AUTHOR
Janette Mandell