SELEZIONARE LA LINGUA:

Dovete localizzare i video per il vostro brand?

Best practice per la localizzazione di contenuti multimediali

In ambito multimediale, il video è uno degli strumenti di marketing più utili per raggiungere e coinvolgere il target nei mercati B2B e B2C. Considerate queste statistiche:

  • I video sui social media hanno un'efficacia nel generare condivisioni del 1200% maggiore rispetto alla combinazione di immagini e testo.
     
  • Le strategie di marketing che fanno uso di video generano ricavi il 49% più velocemente e producono un traffico web del 41% maggiore rispetto a quanto possibile senza l'uso di video.
     
  • Il 70% dei professionisti del marketing ritiene che i video portino a più conversioni di qualsiasi altro contenuto multimediale.
     
  • Il 64% delle persone è più propenso ad acquistare dopo aver guardato un video.
     
  • Il 65% dei dirigenti visita il sito web di un fornitore dopo aver guardato un video. Il 39% chiama il fornitore.
     

Sempre più brand ogni giorno decidono di sfruttare i vantaggi dei video. Circa l'87% delle aziende usa i video per il marketing, rispetto  all'81% nel 2018 e al 63% nel 2017. Questa tendenza non è destinata a rallentare. Tutto questo porta i professionisti del marketing internazionale a porsi un'importante domanda: i video saranno altrettanto efficaci nei mercati esteri? Se non lo sono, quali modifiche sono necessarie?

La necessità della localizzazione di contenuti multimediali

Senza dubbio, è possibile lanciare campagne multimediali in nuovi mercati senza ricorrere alla localizzazione. Il metodo più semplice è tradurre il dialogo, aggiungendo sottotitoli o uno script per chiarire il significato per i destinatari. Ma è una buona idea?

I contenuti multimediali non localizzati non suscitano quasi mai lo stesso interesse del video originale. La localizzazione rende i video più efficaci, grazie all'uso di un linguaggio e di riferimenti culturalmente rilevanti. Il video trasmetterà così il messaggio ai destinatari nei nuovi mercati mantenendo lo spirito e il vigore del video originale.

Il video fa leva sulle emozioni.

Gli psicologi che si occupano di marketing ritengono che le emozioni influenzino le decisioni di acquisto più della logica e della ragione. Il video è un mezzo di comunicazione estremamente emozionale.

Il cervello reagisce con naturalezza a ciò che sente e vede, come se si trattasse di una situazione reale. La parte razionale del cervello sa che ciò che sta vedendo non è reale, ma il lato istintivo risponde a livello emotivo. Ci relazioniamo con i personaggi sullo schermo, immedesimandoci nelle loro battaglie, anche quando la "battaglia" è semplicemente trovare un prodotto adatto.

Per sfruttare questo fenomeno, i contenuti di marketing dei brand devono veicolare i giusti messaggi al pubblico target. Affinché il messaggio del video non vada perso, deve far leva su conoscenze e valori culturali condivisi.

La traduzione pura riguarda solo la lingua parlata, ma una comunicazione efficace va ben oltre le semplici parole. Un video di un brand che incoraggia a distinguersi dalla folla, ad esempio, non attirerà l'attenzione delle persone in una cultura collettivista, in cui l'interesse principale è il bene comune.

I brand possono raggiungere il target desiderato grazie alla localizzazione dei contenuti multimediali.

La localizzazione migliora l'interattività.

La localizzazione permette ai brand di sfruttare la potenza interattiva dei video. Che un brand crei un video di formazione per comunicare la mission e i valori aziendali o un video per presentare nuovi prodotti, l'obiettivo è incentivare l'utente a eseguire un'azione.

La localizzazione fa in modo che gli utenti si immedesimino in ciò che vedono e rispondano al video con l'azione desiderata.

Come localizzare un video

Se decidete di localizzare i contenuti multimediali, semplificate il processo seguendo questi consigli:

Iniziate presto.

Se possibile, create una versione del video in lingua originale che tenga in considerazione le attività di localizzazione future. Eliminate o riducete al minimo gli elementi specifici di una cultura, ad esempio script e testo in sovrimpressione, sceneggiatura, grafica e cast.

Condividete quanto più materiale possibile con il team dei servizi di localizzazione.

Per ottenere un prodotto finale perfettamente allineato con l'identità del brand, fornite ai professionisti della localizzazione i materiali necessari per lavorare al progetto in modo efficiente ed efficace, ad esempio gli script del video in lingua originale, nonché:

  • Guide di stile, grazie a cui il team che si occupa della localizzazione manterrà l'identità del brand.
     
  • Glossari e informazioni sulla pronuncia per termini specifici dell'azienda o del settore. I linguisti professionisti hanno molte conoscenze, ma ovviamente non possono sapere tutto.
     
  • Linee guida del brand che spiegano la filosofia e il messaggio dell'azienda. Il team che si occupa della localizzazione dovrà apportare modifiche per allineare il contenuto ai valori culturali del mercato di riferimento.
     

Se mettete a disposizione informazioni dettagliate sul brand, il risultato sarà più coerente con il materiale esistente.

Informatevi sulla differenza tra doppiaggio, voce fuori campo e sottotitoli.

Alcuni video richiedono che il contenuto della voce fuori campo venga doppiato sul dialogo originale. Questo metodo funziona meglio se il parlante non è visibile sullo schermo.

Oggi le tecniche di doppiaggio tendono ad affievolire il parlato originale sovrapponendo il contenuto localizzato. Poiché il parlato originale risulta appena percettibile, il risultato non apparirà troppo disconnesso.

Un'altra opzione è l'uso di sottotitoli che riportano le parole dei parlanti, che siano presenti o meno sullo schermo. Anche con questo approccio è importante fare attenzione alla sincronizzazione, in quanto alcune lingue richiedono più parole di altre per esprimere lo stesso concetto. Se il contenuto localizzato è più lungo di quello originale, bisogna controllare che l'audio sia allineato correttamente alle immagini.

Conclusione

Sebbene sia possibile rilasciare un video in un nuovo mercato culturale senza localizzarlo, con la localizzazione creerete connessioni più solide con il vostro target, grazie a cui attirerete l'attenzione di nuovi clienti e rafforzerete le relazioni esistenti.

Lionbridge ha l'esperienza e le conoscenze culturali per assistervi in questo processo. Contattateci oggi stesso per scoprire cosa possiamo fare per voi.

linkedin sharing button
  • #blog_posts
  • #translation_localization

Lionbridge
AUTHOR
Lionbridge