Principi di base della globalizzazione: Ottimizzazione della strategia SEO

Parte 6 della nostra serie sulla globalizzazione

Ultimo aggiornamento: Aprile 23, 2020 8:22AM

Questa è la sesta di una serie di post di blog in dieci parti sulla “globalizzazione”. Nel corso di una sessione di dieci settimane sulla globalizzazione, offriremo indicazioni e suggerimenti raccolti in vent’anni di attività in questo settore. Ecco l’argomento di oggi: Dopo aver deciso di diventare globale, la vostra azienda deve farsi trovare dai clienti nei mercati di riferimento. Scoprite l’ottimizzazione SEO a livello internazionale.

La vostra azienda procede a passo spedito verso la globalizzazione. Fino a questo momento avete:

Avete delineato la strada e sapete in quale direzione procedere. Ora è importante che i clienti vi trovino.

Scoprite l’ottimizzazione SEO a livello internazionale.

Nel percorso verso la globalizzazione risparmierete tempo e risorse ed eviterete i problemi inserendo l’analisi SEO (Search Engine Optimization) internazionale come parte cruciale del processo. Come creare una strategia SEO adatta per il processo di globalizzazione?

Prima di tutto, un passio indietro. Cos’è la SEO?

SEO è l’acronimo di Search Engine Optimization, l’ottimizzazione per i motori di ricerca. È il processo di ottimizzazione dei contenuti e della struttura del vostro sito in modo che le persone lo trovino quando usano un motore di ricerca. I motori di ricerca hanno tre funzioni principali, scansione, indicizzazione e classificazione. La parte finale, ovvero la classificazione, determina il posizionamento della pagina del sito nei risultati della ricerca.

Cosa contribuisce a una classificazione migliore?

La strategia SEO non è uguale per tutti. La classificazione è determinata da diversi fattori: progettazione web di facile comprensione, collegamenti in ingresso da siti affidabili, numero di clic, bounce rate e posizione sono tutti elementi determinanti. Per i siti web multilingue l’elemento probabilmente più importante è un contenuto localizzato in modo appropriato.

Per ottenere buoni risultati dalla strategia SEO è sufficiente tradurre le parole chiave con prestazioni migliori nella lingua di destinazione?

Assolutamente no. Proprio come una traduzione parola per parola non rende il significato e le sfumature del materiale di origine, una semplice traduzione delle parole chiave non è adeguata per una strategia SEO internazionale ottimale.

Analogamente alla necessità di comprendere il gergo, la cultura e i valori per una localizzazione efficace, lo stesso livello di comprensione è richiesto per risultati SEO ottimali a livello internazionale.

Come sviluppare un approccio strategico all’ottimizzazione SEO internazionale: tre passaggi per il successo

Passaggio 1: Comprendete le modalità di ricerca degli utenti nel nuovo mercato

Per una valida strategia SEO internazionale, è fondamentale comprendere come vengono eseguite le ricerche nel nuovo mercato di riferimento. Fisicamente: quali motori di ricerca vengono usati? Negli Stati Uniti (e in molti altri posti nel mondo) Google rimane il motore di ricerca più usato. In altri mercati, tuttavia, la preferenza va ad altri motori di ricerca: ad esempio, Baidu in Cina o Yandex in Russia. Gli algoritmi dei vari motori di ricerca assegnano valori leggermente diversi ai parametri nel calcolo della classificazione. Prima di ottimizzare i contenuti per un motore di ricerca specifico, informatevi sul motore usato dai destinatari.

Analogamente, esaminate come gli utenti svolgono le ricerche. Usano computer desktop? Telefoni cellulari? Preferiscono digitare o usare i comandi vocali? Le modalità di ricerca influiranno sull’approccio che il consulente SEO adotta.

Infine, cercate di capire come parlano gli utenti quando eseguono una ricerca. Quali colloquialismi usano? Quali sono le differenze tra i termini di ricerca usati e le parole chiave con risultati ottimali nella lingua originale? Rispondete a queste domande per delineare la vostra strategia SEO internazionale.

Passaggio 2: Siate meticolosi

Non basta completare l’ottimizzazione del testo delle pagine. Per un approccio SEO internazionale, è necessaria una strategia che preveda l’ottimizzazione continua di tutti i contenuti del sito, strutturati e non.

Ciò significa applicare le best practice SEO per la lingua di destinazione a tutti gli elementi del sito, da intestazioni, testo e immagini a tag alt, meta description, attributi href e molto altro.

Passaggio 3: Scegliete una struttura di URL ottimale

Per un’ottimizzazione SEO di alto livello non basta considerare le parole. Per progettare il miglior sito possibile, create basi solide con una struttura di URL ottimale.

Ci sono tre opzioni per la struttura dei siti web multilingue: usare domini di primo livello nazionali (ccTTLD: ad esempio, www.ilmiosito.it), sottodomini (ad esempio it.ilmiosito.com) o sottodirectory (ad esempio www.ilmiosito.com/it).

Ogni approccio presenta pro e contro nell’ambito di una strategia SEO internazionale. Anche in questo caso, non esiste un approccio all’ottimizzazione dei siti multilingue adatto a tutti i casi. La scelta della struttura di URL migliore per l’azienda dipende dal budget, dalle risorse e dalla larghezza di banda.

Quando è il momento di iniziare a valutare una strategia SEO internazionale?

Come per tutti gli aspetti importanti, le aziende che ottimizzano in modo efficace i siti web multilingue per il traffico dei motori di ricerca sono quelle che non si limitano a considerare l’analisi SEO un passaggio tardivo. Con un esame strategico di come, dove e perché i clienti in un nuovo mercato e che parlano una lingua diversa cercheranno la vostra azienda riuscirete a farvi trovare più facilmente.

 
Parte 1: Principi di base della globalizzazione: che cosa significa?

Parte 2: Principi di base della globalizzazione: avere un sito web significa automaticamente essere un’azienda globale?

Parte 3: Principi di base della globalizzazione: il glossario

Parte 4: Principi di base della globalizzazione: Come scegliere i mercati di riferimento?

Parte 5: Principi di base della globalizzazione: Come trasformare la concorrenza nella risorsa migliore

Parte 7: Principi di base della globalizzazione: Che cos’è una strategia di localizzazione (e perché ve ne serve una)?

Parte 8: Principi di base della globalizzazione: Come creare una strategia di localizzazione

Parte 10: Principi di base della globalizzazione: 10 concetti chiave

#concorrenza #globalizzazione #SEO #SEO internazionale

AUTORE
Molly Donovan